Commenti recenti

    Progetto Giasone

    Nuovi Percorsi per giovani Europei.
    Un'iniziativa promossa dal liceo scientifico statale Talete di Roma.

    GTE: Grande Traversata Elbana

    By Giasone 4 mesi agoNo Comments
    Home  /  Isola d'Elba team 1  /  Approfondimenti  /  GTE: Grande Traversata Elbana
    GTE

    La Grande traversata elbana (G.T.E.) si presenta come il più bel trekking da intraprendere sul territorio elbano.

    Durante la G.T.E. le cime raggiunte non superano mai i 1019 metri di quota (altezza massima del Monte Capanne) quindi può considerarsi un trekking fattibile in ogni stagione dell’anno (preferibilmente da evitare l’estate causa temperature troppo alte).

    La Grande traversata elbana è un percorso di trekking che, letteralmente, attraversa tutta l’isola d’Elba da est a ovest, partendo da Cavo sulla costa orientale e arrivando a Pomonte sulla costa occidentale. Complessivamente è un percorso che richiede non meno di 22 ore di cammino, per un totale di circa 72 chilometri da percorrere.

    Il trekking presenta, nella scala istituita dal CAI (club alpino italiano) un livello di difficoltà E/EE, ovvero, nei tratti più impervi, adatto esclusivamente ad Escursionisti Esperti.

    Generalmente si consiglia di dividere il percorso in 4 tappe:

    La prima tappa, della lunghezza di 17,6 km, parte da Cavo, un piccolo borgo marinaro che guarda la costa toscana, e termina a Porto Azzurro. Durante il tragitto si giunge alla prima vetta della GTE dove è situato il “semaforo”, una postazione militare della seconda guerra mondiale, e si prosegue lungo la valle delle “Fiche” per poi risalire sul monte Strega. La vetta più alta di questo tratto è Cima del Monte (con un altezza di 516 m.) dalla quale si può ammirare il versante est dell’isola, il castello del Volterraio, il quale si può visitare solo prenotando preventivamente, e la Baia di Portoferraio. Una volta oltrepassato il monte Monte Castello si giunge al paese di Porto Azzurro dove si può ammirare la Fortezza Spagnola.

    La seconda tappa prosegue da Porto Azzurro fino a Marina di Campo per una lunghezza complessiva di 15,5 km.

    Dopo aver attraversato la Valle del Botro e quella del Buraccio si sale verso il Monte Orello per poi arrivare al Colle Reciso; da qui lungo una strada militare si arriva provinciale che unisce Marina di Campo a Lacona. La tappa termina con la lunga spiaggia dorata di Marina di Campo.

    La terza tratta di GTE offre l’opportunità di scalare,partendo da Marina di Campo, il Monte Capanne la vetta più alta dell’isola con un’altezza di 1019 metri dalla quale si ha un paesaggio a 360° sull’isola d’Elba che nelle giornate limpide permette di avere un visuale sul GR 20 in Corsica (uno dei percorsi europei di trekking più impervi). Si scende poi lungo un sentiero che si snoda tra la macchia bassa di cisti, corbezzoli, erica e grossi massi granitico fino ad arrivare,dopo 19 km a Poggio un paesino incastonato tra le montagne.

    La quarta tappa percorre l’unico sentiero che fino a pochi decenni fa permetteva il collegamento tra i borghi situati nella parte occidentale dell’Elba.

    Partendo dalla piazza principale di Poggio e percorrendo un sentiero immerso nei castagni si giunge al Romitorio di San Cerbone; una volta attraversata la Valle di Pedalta si arriva alla Madonna del Monte, un luogo di culto degli elbani, proseguendo il cammino si arriva a Sierra Ventosa per poi scendere a Valle del Bollero. Proseguendo per Pomonte si arriva a “La Terra” dove vi sono i resti di un villaggio medievale che nell’antichità era un luogo strategico avente la funzione di pervenire attacchi dal mare avvisando gli altri villaggi con segnali di fumo. Si giunge a Pomonte: fine della Grande Traversata Elbana, situato ai piedi del monte Capanne.

     

    Categories:
      Approfondimenti, Isola d'Elba team 1
    this post was shared 0 times
     000
    About

     Giasone

      (34 articles)

    Leave a Reply

    Your email address will not be published.