Commenti recenti

    Progetto Giasone

    Nuovi Percorsi per giovani Europei.
    Un'iniziativa promossa dal liceo scientifico statale Talete di Roma.

    Il sentiero degli dei

    By Giasone 4 mesi agoNo Comments
    Home  /  Costiera Amalfitana  /  Il sentiero degli dei
    Senza titolo


    Il sentiero degli dei

    Lungo questo sentiero,che fin dall’antichità assolveva a un importante ruolo di collegamento, si svoglevano traffici commerciali della costa (positano) e gli insiedamenti dell’entroterra (altopiano di agerola).

    Si cammina lungo un ambiente sospeso tra guglie, profonde gole, dirupi e precipizi.

    Ci si possono trovare erbe aromatiche come il timo, la salvia, rormarino e la rucola.

    Diverse tertimonanze storiche dicono che questi luoghi sono stati conosciuti dai famosi viaggiatori del grand tour tra cui Goethe, altre storie narrano come il sentiero degli dei sia stato utilizzato da briganti e contrabbandieri che qui trovavano rifugio e sicurezza per l’inaccessibilità del luogo.

    GENTE DEL LUOGO

    La gente del luogo vive e lavra in sintonia con il paesaggio naurale, e a dorso di mulo o cavallo percorre solitamente circa due volte al giorno l’intero sentiero.

    Noi abbiamo fatto conoscenza con un allevatore di capre che vive là: Antonio.

    INTERVISTA AD ANTONIO

     Noi: come è vivere qui?

     Noi: tu di cosa ti occupi?
    ANT:noi produciamo latte di capra. Le quantità sono poche Facciamo anche il salame con i maiali da noi allevati.Produciamo pomodori,qpoiché la qualità è migliore rispetto a quella che si trova sul merSenza titolocato.uindi siamo agricoltori e allevatori. Il nostro formaggio viene trattato con cura anche se la retribuzione è poca,non vorrei fare nessun altro lavoro.

    Noi: Se tu avessi la possibilità di cambiare totalmente vita e andare a vivere in una grande metropoli, lo faresti?

     ANT: No, in città non riesco a stare per più di un paio di giorni. La città è troppo rumorosa ed io sono abituato al silenzio della montagna, l’unico rumore che c’è è il cinguettio degli uccelli.

    PERCORSO

     Il percorso inizia da Bomerano (632m) una curva piega a destra in precipitosa discesa verso la cavita detta Grotta Biscotto dove questo cammino ha inizio su precipizi profondi circa 200m. Si raggiunge poi il Colle la Serra, con la presenza di un bivio ed un fontanile,qui cambia lo scenario del paesaggio e si aprono ampie vedute panoramiche con l’isola di Capri. Dal colle ha inizio un sentiero che porta fin giù all’abitato di Traiano, dal bivio contimagesinuando a salire a destra in direzione NE, si attraversa un’area detta “i cannati” .

    Se ti affacci, riesci a vedere Positano.

    Proseguendo a sinistra e in basso si apre uno stretto anfiteatro che scende ad imbuto su cui dominano decine di grotte: grandi e piccole, immerse nell’azzurro del mare e il verde dei boschi.

    Dopo gli ultimi tornanti caratterizzatida rocciose scale, il sentiero arriva alle prime case di Nocelle, dove termina il percorso.

    Poi si prosegue lungo una lunga discesa di circa 1800 gradini, che conduce al paese:

    positano.

    Dopo essere stati un po’ al mare, siamo risaliti dalle 1837 scale, abbiamo preso il pullman e siamo tornati.

     

     

    Categories:
      Costiera Amalfitana, Diario di viaggio e approfondimenti, I giorno
    this post was shared 0 times
     000
    About

     Giasone

      (52 articles)

    Leave a Reply

    Your email address will not be published.