Commenti recenti

    Progetto Giasone

    Nuovi Percorsi per giovani Europei.
    Un'iniziativa promossa dal liceo scientifico statale Talete di Roma.

    Foto Vico

    Gallery

    26 luglio 2016 0

    Marco Saverio Loperfido

    11 maggio 2016
    Marco Saverio Loperfido – “Il giro della Tuscia in 80 Giorni”   Nell’ambito del più ampio progetto “Ammappa l’Italia” Marco Saverio Loperfido, nella primavera del 2014, ha intrapreso un cammino per gli antichi borghi collinari della Tuscia, passando attraverso tutti i 60 comuni della provincia di Viterbo, in meno di 80 giorni (marzo-aprile), al fine di promuovere il territorio e il progetto di archiviazione web dei percorsi a piedi italiani (www.ammappalitalia.it). L’iniziativa ha il Patrocinio della Regione Lazio. Questa idea nasce dalla scommessa che tutto il territorio viterbese sia attraversabile a piedi, senza macchina, senza nemmeno prendere un treno o un bus, semplicemente percorrendo strade sterrate, tratturi, mulattiere, sentieri veri e propri, fino a qualche decennio fa ancora frequentati e usati dai contadini e dai viaggiatori di tutte le nazioni. Inoltre, in più giornate, ospite dei comuni che il suo percorso ha toccato, ha tenuto delle conferenze spiegando il progetto di mappatura sentieristica on-line, le proprie esperienze nei giorni di cammino e la bellezza del camminare a piedi attraverso letture, proiezioni e suggestioni di antichi viaggiatori.   Perché proprio un titolo che si ispira a Jules Verne? Quando fu scritto “il giro del mondo in 80 giorni” (1873) era l’epoca in cui si spalancavano davanti all’uomo le mirabolanti prospettive della scienza e i portenti della tecnica. Il progresso si sviluppava ad una velocità tale per cui diventava ogni giorno possibile ciò che fino a qualche decennio prima era addirittura inimmaginabile. Con questo libro straordinario e chiaroveggente inizia, simbolicamente, l’era della globalizzazione, per cui il mondo diventa man mano più piccolo e vicino. Ma oggi, a quasi centocinquant’anni da quella pubblicazione, la vera impresa è non compiere imprese. Oggi la vera avventura è ritrovare nel proprio territorio tutto ciò che si è dimenticato nella fretta dell’andare sempre più lontani, rendendo così inaspettatamente più ampio proprio lo spazio che ci sta più vicino. Nasce dunque così l’idea de “Il giro della Tuscia in 80 giorni”, un viaggio molto lungo, ma che non arriva lontano, allo stesso modo impegnativo di quello di Phileas Fogg. Simbolo, almeno per chi lo compierà, di un altro modo di intendere lo spazio e il tempo, sia esteriore che interiore.   Il sito internet, il progetto Tuscia e le prospettive future Ormai attivo da un anno il sito www.ammappalitalia.it conta migliaia di visite e centinaia di contatti sui social network. Marco Saverio Loperfido, che ne è l’ideatore e il curatore, ha tenuto conferenze esponendo il progetto ospite di biblioteche, luoghi di interesse storico, comuni e associazioni, riscuotendo sempre molto interesse, soprattutto da parte di scuole, gruppi scout o semplici amanti del camminare. Si sta inoltre occupando dell’implementazione del sito internet attraverso un crowfunding (produzionidalbasso.com, progetto Ammappa l’Italia) che ha già raccolto 1000 euro. Il progetto Il giro della Tuscia in 80 giorni è il primo cammino ideato al fine di promuovere il più grande progetto di mappatura italiana e non è un caso che Marco Loperfido abbia pensato di partire proprio da lì. La Tuscia infatti mantiene ancora inalterati
    Mappe Vico

    Mappe

    11 maggio 2016 2
    Team Vico

    Team

    11 maggio 2016 0
    Approfondimenti Vico

    Sutri

    10 maggio 2016 0
    Approfondimenti Vico

    Vetralla

    10 maggio 2016 0
    Approfondimenti Vico

    Caprarola

    10 maggio 2016 0
    Approfondimenti Vico

    Capranica

    10 maggio 2016 0